Musei

Archeologia, tradizioni popolari, grafica, design, affreschi del Tiepolo...
Teatri

I link ai teatri di Udine, "Giovanni Da Udine", Teatro Club, Contatto...
Cinema

Il "Visionario", uno spazio per la cultura in città: cinema, mediateca...
Biblioteche

La Biblioteca "Vincenzo Joppi" memoria storica della città, le Sezioni Moderna e Ragazzi e ...
Ospitalità

Gli alberghi, i bed and breakfast, gli agriturismi ...

Origini

L’idea originaria della costituzione di un Museo Friulano inteso come "un centro della coltura cittadina, un deposito delle patrie memorie, un santuario pel culto della patria" va fatta risalire all’abate Jacopo Pirona: egli si rese conto che gli sforzi delle ricerche degli studiosi locali, per quanto ampi e produttivi, dovevano trovare necessariamente un riferimento in una istituzione come il Museo Friulano.

Giulio Andrea PironaL’apertura ufficiale del Museo , che prevedeva fin da allora una sezione naturalistica, avvenne il 13 maggio 1866. In quella occasione Giulio Andrea Pirona, nipote di Jacopo, presentò il progetto ideale per le sale della sezione naturalistica del Museo Friulano, a conclusione del quale diceva: “per tornare al punto d’onde ho preso le mosse, un mezzo potentissimo d’istruzione deve riuscire il Museo, dove saranno raccolti e oggetti artistici, e modelli di macchine, e materie prime, e prodotti chimici e prodotti naturali. Ma vedo che voi sorridete ora, ed avete già sorriso ogniqualvolta nominava il Museo friulano e le sue ricchezze vi andava dimostrando! Mi dimandate dov’ è, o dove sono le sale almeno? è vero, il Museo friulano non esiste ancora che nei nostri concepimenti.”

ultimo aggiornamento: 01/04/09 - Stampa pagina Stampa pagina

Cerca nel sito




In evidenza


Mense e banchetti nella Udine rinascimentale

 

 

Video
I Musei civici