Musei

Archeologia, tradizioni popolari, grafica, design, affreschi del Tiepolo...
Teatri

I link ai teatri di Udine, "Giovanni Da Udine", Teatro Club, Contatto...
Cinema

Il "Visionario", uno spazio per la cultura in città: cinema, mediateca...
Biblioteche

La Biblioteca "Vincenzo Joppi" memoria storica della città, le Sezioni Moderna e Ragazzi e ...
Ospitalità

Gli alberghi, i bed and breakfast, gli agriturismi ...

Chi era Nico Pepe. Biografia

Nico Pepe nacque a Udine nel 1907. Terminati gli studi, dopo cinque anni trascorsi come impiegato in una banca, nel 1930 si fece attore, scritturandosi come ultimo generico nella compagnia Lupi-Borboni-Pescatori. Riso AmaroNel 1932 divenne "primo brillante" nella Compagnia di Ruggero Ruggeri, a fianco del quale restò tre anni passando poi- ancora scritturato per parti comiche o caratterizzate- nella Compagnia di Antonio Gandusio e quindi in quelle di Paola Borboni, di Peppino De Filippo e nella Tofano-Rissone-De Sica, con la quale restò per molti anni.

 

Nel 1947 aderì al movimento ed alla politica del Piccolo Teatro di Milano, sposandone la causa ed entrando in più riprese a far parte degli organici di questa istituzione, partecipando a molteplici tournes internazionali.
Nel 1955 fondò e poi diresse per tre anni il Teatro stabile di Torino. In precedenza era stato direttore del teatro Ateneo di Roma. Fu anche fondatore e direttore dello stabile di Palermo.
Nel 1959 assunse in "Arlecchino servitore di due padroni" di Goldoni (regia di Giorgio Strehler), il ruolo di Pantalone, del quale fu titolare, salvo brevi interruzioni, fino al 1978.

Dal 1968 al 1974 ha portato in Tournè in 65 paesi, (visitando 163 città) una sua forma di teatro in miniatura, le "conversazioni recital", iniziativa a carattere prettamente culturale. Nico PepeFra ruoli importanti e parti di fianco, prese parte alla lavorazione di 130 film (tra cui Riso amaro ), ad un cospicuo numero di trasmisisoni televisive, ed è stato autore di testi per programmi radiofonici. Appassionato di ricerche teatrali, collaborò con articoli di teatro a vari quotidiani e riviste. Oltre a ciò tenne lezioni di teatro presso le Università di Birmingham, di Ankara, di Pamplona e alla Sorbona di Parigi, corsi di teatro e particolarmente sulla storia della Commedia dell'Arte nelle scuole nazionali di arte drammatica di Madrid, di Barcellona, di Helsinki, Oslo, Zagabria, Il Cairo. Di rilievo il lungo corso tenuto al Conservatoire d'Art Dramatique di Parigi.
Per il teatro stabile di Fiume ha tradotto e ha ridotto a commedia musicale con brani di Offenbach, "Le sorprese del divorzio" di Bisson. E' autore di una commedia in due tempi sulla storia della commedia dell'Arte, rappresentata dal Piccolo Teatro di Milano, con la regia dell'autore e rappresentata poi, per tre anni, da una compagnia appositamente creata per incontri con le scuole. ritornato a Udine nel 1978, diventa consulente culturale del Comune e fonda la Civica Scuola di Recitazione per il Teatro in Friulano da cui nasce la "Compagnia filodrammatica della Loggia" che tuttora opera nel territorio.

La Civica Accademia d'Arte Drammatica Nico Pepe, a lui dedicata, viene fondata nel 1988 da Federico Esposito.

ultimo aggiornamento: 20/01/09 - Stampa pagina Stampa pagina

Cerca nel sito




In evidenza